I miei genitori odiano il mio fidanzato

Depressed young couple outside

Buonasera.. vorrei raccontare la mia storia perché sono in difficoltà e non so veramente come uscirne. Sto con un ragazzo da 3 mesi, ma ci conosciamo da quando siamo piccoli, famiglie comprese.

Io sono una ragazza di città, mentre lui vive in un piccolo paese, dove io vado da quando sono piccola a trascorrere l’estate. Mia madre e mio padre non vogliono che io ci stia, mi hanno detto che è uno sfigato, che è brutto, che non ha una laurea e quindi non conta niente, che se voglio rovinarmi la vita stando con lui posso anche smettere di studiare. io non so più che fare.. a volte penso di rinunciare a lui per farli contenti e cercare di vivere serena, ma non ci riesco.. lui è perfetto per me, a me va bene così com’e.. io non giudico una persona per il suo aspetto fisico o per un foglio di carta.. mi dicono che non è alla mia altezza.. ma loro chi credono di essere? Ho pensato di mollare l’università e di andare a vivere da sola, trovandomi un lavoro. Ma poi penso alla loro felicità e preferisco distruggere la mia. Purtroppo io e lui per questo motivo ci vediamo di nascosto 1/2 volte a settimana. Ma io sono disperata, voglio stare con lui, voglio godermi a pieno questa storia, che poi potrà essere come non essere il mio futuro.. i miei genitori non vogliono proprio starmi a sentire, mi accusano soltanto di volermi rovinare la vita senza chiedersi come mai io con lui stia bene. Aiutatemi vi prego!!

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it
I genitori hanno sempre timore che i propri figli possano incorrere in errori e per questo
spesso non tengono conto dei loro desideri e delle loro aspirazioni. Ciò, agli occhi dei più
piccoli, può sembrare un’imposizione ma palesa chiaramente una loro paura. Ponendo degli
ostacoli pensano di tutelarli ma non si accorgono di quanta sofferenza possono causare. Per
questo bisogna parlar loro con chiarezza e determinazione per cercare di trovare un accordo
in modo da non ferirsi reciprocamente. Per quanto concerne l’università, rinunciarvi significherebbe buttare via un’opportunità per il proprio futuro, infatti la scelta di intraprendere un percorso accademico dovrebbe essere avvenire indipendentemente da ciò che aspirano i genitori per i propri figli. Auguri!

Precedente Storia chiusa dopo 9 anni e incapacità di distaccarsi