Ho la fobia che succeda qualcosa al mio ragazzo

ragazza disperata

Buongiorno, non so con che coraggio sto riuscendo a scrivere questo messaggio, ma mi trovo in una situazione davvero difficile.
Sono Jessica e ho 18 anni.
Da tempo ho la costante paura che possa accadere qualcosa alle persone a me vicine, soprattutto nel sonno.


In particolare al mio ragazzo. Abitiamo distanti.
Lui ha 24 anni e si sveglia all’alba e lavora molte ore, per ciò quando ne ha la possibilità passa un po di tempo a riposare, anche durante il pomeriggio. E in questi momenti sono molto preoccupata.
Se sta lavorando o è occupato in altre faccende, mi viene molta ansia nel momento in cui non mi risponde per qualche ora, perché inizio a pensare al peggio, vado in panico e mi sento male ( giramenti di testa, tremolio…). Tanto che in vari episodi ho chiamato casa dei genitori per assicurarmi che lui stesse bene . Non so come gestire questi pensieri negativi. Avrei bisogno di un aiuto e sopratutto desidererei delle risposte alle mie domande principali, ovvero è possibile che una persona possa sentirsi male da un momento all’altro o possa accadere qualcosa durante il sonno? Devo preoccuparmi del fatto che lui dorma molte ore? Spero di essere stata chiara e di ricevere delle risposte il prima possibile. Vi ringrazio.

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Si può morire in qualsiasi momento e in qualunque situazione ma ciò non significa che accada.

La paura di perdere l’altro è legata a esperienze abbandoniche pregresse che riemergono con forza quando si stabilisce un legame significativo.

In effetti, l’ansia insorge poiché il proprio stile di attaccamento (ossia quello che si struttura con le figure di riferimento) ha delle defaillances e pertanto risulta difficoltoso poterle gestire.

Molto spesso le paure si riferiscono alla persona che le vive e pertanto andrebbe strutturato un lavoro specifico proprio su quelle.

Precedente Fidanzato possessivo e genitori arrabbiati: chi ha ragione? Successivo Il mio ragazzo è depresso per colpa mia?