Non riesco ad avvicinarmi ai maschi

Teenage girl staring at the street

Buona sera, volevo presentarle il mio caso piuttosto strano. Sono nata in una famiglia felice che non mi ha fatto mai mancare nulla, nonostante i tanti sacrifici. Al tempo stesso sono una persona molto insicura e timorosa soprattutto con il mondo maschile.

Non so approcciarmi a loro, ho solo amiche femmine e ho profondamente vergogna di stare con un maschio anche se vorrei tanto avvicinarmi al sesso opposto.

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Le prime esperienze relazionali cominciano nella famiglia d’origine. E’ da lì che il modo di rapportarci ai genitori e ai fratelli, come gli stessi si relazionano tra loro e loro con noi, diventano una modalità della nostra esistenza. Le stesse, una volta interiorizzate, diventano il nostro modello e quando siamo dinanzi ad estranei o a qualcuno con cui dobbiamo necessariamente rapportarci utilizziamo ciò che fa parte del nostro bagaglio interiore anche l’idea che abbiamo dell’altro e, nel caso specifico, del mondo maschile.

La crescita favorisce la scoperta della differenza e la possibilità di entrare in relazione con l’altro, diverso da noi, diviene un modo per conoscerci meglio e per capire i nostri limiti e difficoltà ma anche le nostre qualità e risorse interiori. Per favorire tale avvicinamento è anche opportuno avvicinarsi gradualmente magari verso qualcuno che spaventa un po’ meno per poi comprendere quanto siano simili a noi.

I commenti sono chiusi.