Soffro di ipocondria e ansia

ragazza-triste-pensa

Gentile Dott.ssa sono una ragazza di 26 anni , le scrivo perchè da un pò di tempo ho dei problemi che partono dalla mia ipocondria che ultimamente non riesco più a controllare, questo mi sta provocando molta ansia e stress anche il mio compagno non sa più come prendermi.

Ho perso mia madre all età di 13 anni per quella bestie che tutti conosciamo , quindi presumo che parte tutto da questo sono sempre stata attenta alla mia salute però ultimamente ogni minimo segno del mio corpo lo vedo come un allarme già penso che ho un tumore con tutte le conseguenze, prima mi capitavano questi periodi ma poi passavano, ora invece da settembre e uno dietro l altro prima pensavo mi stesse per un infarto perche avevo dolore al petto con tachicardia , poi passato questo inizio con la fissa del seno pensando che avessi un tumore vado dal senologo ecografia tutto ok , poi dal ginecologo per una semplice candida ma io gia fantasticavo. ora sto da un mese con la cefalea tensiva visitata dal medico di base sto andando da un osteopata sono migliorata ma essendo tesa avvolte avverto ancora dei fitte quindi mi faccio paranoie però sto cercando di fidarmi dei medici e di ascoltarli. il punto che si è creato un circolo vizioso tutta quest ansia mi porta problemi a livello psicologico e anche fisici nel caso di quest ultima . non so cosa fare… ho tanti magoni dentro oltre questo non riesco ad essere serene e contenta . grazie

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Spesso la cosa più semplice da fare non la vediamo o non la prendiamo volutamente in considerazione.L’ipocondria è legata all’ansia, ad una preoccupazione eccessiva per la propria salute, alla paura di ammalarsi e di morire. E’ legata sicuramente a esperienze traumatiche vissute in passato e per questo andrebbe affrontata.

La sua manifestazione è di natura psicologica e quindi va curata nel nel modo giusto. Potrebbe prendere in considerazione l’eventualità di farsi seguire da uno psicologo in modo da venirne a capo per dare una direzione diversa alla sua vita.

I commenti sono chiusi.