Mia madre non mi lascia vivere

Senior woman and her adult daughter puckering at each other

Salve. Sono una ragazza di 15 anni e sinceramente sto andando in esaurimento nervoso .Mia madre mi stressa in continuazione, non posso uscire con le amiche , non posso usare il telefono neanche per chattare con un familiare , l’unica cosa che posso fare è solo stare a casa in pratica devo fare la donna di casa facendo ogni mestiere di casa.

Sono stufa di vivere con lei , so di essere ancora “piccola”, ma sono infelice non riesco ad essere felice con lei vicino , mi rovina la vita , certe volte volte penso che preferirei mille volte stare a scuola tutto il tempo pur di non tornare a casa e trovarmela davanti. Sono caduta in depressione non sono più me stessa con nessuno ,vorrei che la mia vita cambiasse , vorrei che lei cambiasse e vorrei tornare quella che ero una volta ,una ragazza sempre sorridente e felice ,una che parla con tutti e si esprime con chiunque . Aiutami per favore

Saluti da aicha

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it
Cara Aicha, a volte i genitori dimenticano di essere stati anche loro adolescenti e fanno fatica a comprendere che i tempi sono cambiati. Fortunatamente però rispetto a tanti anni fa l’educazione è meno rigida e per questo si può parlare più facilmente con loro. Comunicare alla propria mamma che non si è felici e che si vive una difficoltà è un passo importante ma allo stesso tempo permetterebbe ad entrambe di interagire su un livello diverso.
Bisognerebbe pertanto manifestare il proprio stato d’animo e le conseguenze che un’ educazione così rigida comporta cercando di interagire con spontaneità e sincerità. Spesso la soluzione più semplice è la possibilità di un compromesso: io ti aiuto in casa (e lo faccio con piacere) ma tu devi darmi la possibilità di uscire una o due volte a settimana, di usare una tantum il telefono e così via…

Precedente Non c'è mai stata una vera storia ma continuo a pensare a lui Successivo Il mio ragazzo sfoga le sue frustrazioni su di me