I miei genitori non mi lasciano libertà

Teenage girl staring at the street

Salve, vorrei finalmente parlare di ció che, soprattutto ultimamente, mi causa molti problemi. Sono una ragazza di diciotto anni e fin da piccola non mi è mai mancato nulla, nonostante mio padre fosse poco presente (a causa del lavoro) ha sempre lavorato molto per me, ma i miei genitori sono rimasti uguali, non mi lasciano libera, penso di uscire poco (una volta ogni due settimane) e guai uscire di sera!

Non vogliono assolutamente che io frequenti un ragazzo, e non potendo uscire sarebbe difficile. Negli ultimi due anni però faccio fatica ad integrarmi, mi sento bloccata dai miei genitori, evito così qualsiasi tipo di rapporto con i ragazzi, sapendo di non poter approfondire anche solo una semplice amicizia.

Sono insicura, parlo poco e spesso ho paura di lasciarmi andare con gli altri, non ho mai cercato “l’amore” ma sento di essere attratta da qualcuno, non riesco però a farmi avanti, sia per paura della mia famiglia, che categoricamente mi vieta di conoscere ragazzi, sia per via della mia insicurezza, non riesco a parlare con gli altri e mi riesce davvero difficile farmi conoscere per quella che sono. La mia autostima peggiora di giorno in giorno e inizio a domandarmi se i miei genitori sbaglino in quello che fanno e se dovessi semplicemente accettare le loro scelte, nonstante mi senta sempre peggio con me stessa.

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Essere adolescenti è parecchio difficile quando i genitori non comprendono cosa significhi. In ogni caso è possibile far capire le proprie necessità parlandone. Si ha bisogno di ‘venir fuori’ e non di restare imbrigliata in meccanismi che mal funzionano e portano soltanto malessere. Che senso avrebbe per loro ‘bloccare’ la crescita della propria figlia che nel frattempo è cresciuta e ha esigenze
diverse dalle loro? Ma soprattutto, tenerla così in disparte comporterebbe l’evitamento di quale situazione? Quali sono le loro paure?
Ed ancora, vorrebbero che la propria figlia resti sola e non trovasse un amore? Qual è la finalità di tutto questo? A volte proteggere oltremodo e al di là delle necessità significa soltanto non riconoscere l’altro la capacità di farlo da solo, anche sbagliando!

Precedente Ho avuto un attacco di ansia e non riesco a riprendermi Successivo I miei non vogliono che vada a vivere da sola